Albertini dott.ssa Cristina

Ho conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia con tesi in “Parametri per la valutazione dei disturbi specifici dell’apprendimento in bambini affetti da ipotiroidismo congenito” nell’ottobre del 1997.
Mi sono Specializzata in Neuropsichiatria Infantile con tesi: “Il follow up degli ex prematuri: analisi dei pre-requisiti dell’apprendimento” nel novembre 2002 con massimo dei voti e lode.
Ho conseguito un Dottorato di ricerca in Fisiopatologia Metabolica Congenita (triennio 2003-2005).

  • Nel corso del periodo di specializzazione e di dottorato mi sono occupata del follow-up ex prematuri e valutazione clinico strumentale dello sviluppo psicomotorio dei bambini affetti da Ipotiroidismo congenito. Durante il dottorato mi sono occupata, in collaborazione con i colleghi della Patologia Neonatale, dell’elaborazione e realizzazione di una cartella clinica unica che comprendesse dati e valutazioni delle diverse figure specialistiche.
  • Nello stesso periodo mi sono occupata delle valutazioni di sviluppo psicomotorio, intellettivo e delle consulenze psicodiagnostiche per la Clinica Pediatrica. Le consulenze in Clinica Pediatrica consistevano nella valutazione di quelle situazioni che inizialmente afferivano per un disturbo che poteva sembrare clinico ma che una volta escluso poteva avere risvolti di pertinenza neuropsichiatrica infantile.

Ho svolto l’incarico di Consulente Tecnico d’Ufficio per il Tribunale Civile e Penale di Verona.
Ho ottenuto una borsa di studio per gli anni 2008-2009 per elaborare un progetto valutativo su un campione di soggetti ipotiroidei sotto la guida del Prof. Tatò, primario al tempo del reparto di Pediatria del Policlinico Borgo Roma.
Ho partecipato ad un Corso di Counseling famigliare presso il Centro Psicopedagogico Don Bosco a Verona.
Nel 2012 ho prestato servizio di consulenza alla società Scuola Calcio Chievo con finalità formativa rispetto alle problematiche di comune riscontro in Età Evolutiva e Adolescenza.
Collaboro con F.I.S.M. federazione Italiana Scuole Materne e con il progetto di Prospettiva Famiglia a Verona.
Collaboro alla rivista medica Verona InForma.

Attualmente esercito libera professione come Neuropsichiatra Infantile in Verona e la mia attività si rivolge a pazienti di età compresa tra 0 e 18 anni, talvolta anche oltre.
Dopo la formazione ho scelto di occuparmi, al di là della preparazione neurologica di base, in modo più specifico delle problematiche di pertinenza psicologico-psichiatrica, poiché le problematiche di natura specificatamente neurologica (paralisi, epilessia, disturbi congeniti ecc.) richiedono di essere trattate in struttura sanitaria.

Iscritta all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Vicenza al N. 4768.

Attualmente come psicoterapeuta mi occupo di

• valutazione dello Sviluppo psicomotorio dei piccoli 0-3 anni:

• Sospetto Ritardo motorio, del linguaggio, dell’attività grafo-motoria e della socializzazione. Valutazione degli aspetti prassici e dei pre-requisiti scolastici.

• In bambini di età scolare e negli adolescenti di:

• Disturbi dell’Apprendimento

• Disturbi del comportamento alimentare, del sonno, disturbi d’ansia e fobico-ossessivi, della relazione, del comportamento, delle condotte e della regolazione.
• Disturbi legati alle separazioni genitoriali e alle perdite. In questi ultimi tempi ho approfondito uno studio sugli effetti e le necessità di intervento nei bambini che hanno subito la perdita di una figura genitoriale.

• Supporto alla Genitorialità e Psicoterapia Individuale.

Il mio approccio è di tipo sistemico-relazionale. Considero indispensabile lavorare con la coppia genitoriale. Spesso è possibile lavorare con i genitori senza necessità di coinvolgere i bambini o perlomeno in alcune situazioni è possibile ottenere un buon risultato agendo tramite loro. Credo sia indispensabile aiutare la famiglia, valutare le dinamiche relazionali interne e assistere i vari componenti nel ritrovare i propri ruoli e propri spazi.
Per gli aspetti riabilitativi mi avvalgo della collaborazione di operatori e tecnici con i quali imposto un lavoro di rete. (psicologi, logopedisti, psicomotricisti)
Cristina Albertini

Leave a Reply

*

7 + 4 =

Torna Sopra